Viaggio in Nepal, quello che c’è da sapere (page 5)

Trasporti in Nepal

Il trasporto rappresenta uno degli aspetti più critici del Nepal.

Nella Valle di Kathmandu, le strade (per lo più sterrate) sono polverose e trafficatissime. Per questo, percorrere pochi chilometri richiede molto tempo.
Il governo del Nepal, tuttavia, ha dato via libera a un piano di modernizzazione delle strade (che saranno asfaltate, nei prossimi anni).
A causa degli interventi in atto, quindi, capita spesso di incontrare lavori in corso, che rallentano ulteriormente la marcia.

Ma come muoversi, dunque? La lista di mezzi possibili è piuttosto lunga, e la scelta varia in base al livello di comodità che andate cercando.

TAXI. Mezzo più comodo e veloce, consente di visitare più località nella stessa giornata a costi decisamente accessibili. Cercate un tassista che parli inglese, proponetegli il vostro itinerario e trattate il prezzo, in base alle esigenze.
Affittare un taxi per una giornata può costarvi 45$ circa.
Nel caso in cui vogliate seguire un percorso a tappe, ideale è presentare al tassista l’elenco di luoghi che desiderate visitare, e definire con lui il prezzo. Per un percorso composto da 2 o 3 tappe, potreste pagare 25$.
Contrattare è necessario anche in caso di corsa singola (in quanto è difficile incontrare taxi con tassametro in funzione).

MINIBUS. Decisamente più scomodi e lenti dei taxi, sono, però, certamente più economici.
Nella Valle di Kathmandu, sono numerosi i minibus che si spostano per la città, con portellone aperto e ‘personale apposito’ che – in piedi sulla soglia – grida la destinazione della corsa.
Se fa al caso vostro, pagate il dovuto al ragazzo e fatevi spazio nel furgoncino affollato (per lo più di nepalesi).
Comprendere la meta annunciata a gran voce nel traffico caotico delle città è, però, davvero difficile. Una soluzione possibile per trovare il proprio furgoncino è recarsi alla stazione dei minibus e chiedere indicazioni.
I tempi di percorrenza sono indefiniti.

TEMPO. Si tratta di Apecar (generalmente bianche, con una striscia verde o azzurra) modificate per il trasporto di persone, sul retro, e dal costo alquanto contenuto.
Poiché viaggiano secondo percorsi specifici, informatevi circa la direzione, fermando l’autista da bordo strada, alzando un braccio, e chiedendo dettagli in merito alla località che vi interessa.
È possibile salire e scendere sui tempo in qualsiasi momento. Per scendere, però, è necessario avvertire l’autista, ‘bussando sulla carrozzeria’.

RISCIÒ. I tadizionali mezzi a pedali sono parcheggiati un po’ ovunque, a Kathmandu.
Comunicate al conducente la vostra meta e trattate sul prezzo (ma non proponete cifre ridicole, in quanto sarebbe bene riconoscere il giusto compenso per un lavoro molto faticoso in una città fatta di salite e discese).

BUS. In Nepal, esistono due tipi di bus: bus pubblici e bus privati, i quali percorrono diverse tratte verso destinazioni di tutto il Paese (e sui quali è bene prestare attenzione ai propri bagagli).

I bus pubblici con origine Kathmandu partono dalla vecchia autostazione Bag-bazaar e dalla nuova stazione a Gongabu, sulla ring road (nei pressi di Balaju).
Per capire quale sia il vostro bus, è necessario chiedere, poiché non esistono cartelli con destinazioni comprensibili. Allo stesso modo, non esistono orari definiti: generalmente, i bus pubblici partono quando sono pieni (molto pieni).

Quanto ai bus privati, si suddividono in Express e Regular. I primi – dotati di aria condizionata e connessione WiFi (e, spesso, di pranzo compreso nel costo del biglietto) – si spostano tra Kathmandu e Phokara. La compagnia più utilizzata è la Green Line.
I bus Regular solitamente non dispongono di aria condizionata e trasportano i bagagli sul tetto.

Prosegui –> POLVERE E SMOG, L’ARTE DI CONTRATTARE

"Viaggio in Nepal, quello che c’è da sapere" table of contents

  1. Viaggio in Nepal, quello che c’è da sapere
  2. Inverno in Nepal
  3. Visto per il Nepal
  4. Cosa vedere in Nepal
  5. Trasporti in Nepal
  6. Polvere e smog
  7. Sicurezza Nepal
  8. Cibo in Nepal
  9. Denaro contante e pagamenti
  10. Andare in Tibet dal Nepal

1 comment on “Viaggio in Nepal, quello che c’è da sapereAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *