Primavera in Olanda tra mulini e tulipani (page 2)

GIORNO 2 – Zaanse Schans, Volendam, Edam

Il giorno di Pasqua è cinereo e ventoso, in Olanda. Ma – si sa – nel Nord Europa il cielo cambia spesso, e – dopo un’oretta trascorsa al bar a bere caffè e a mangiare dolci, attendendo la fine di grandine e pioggia, ci lasciamo conquistare dal fascino dei paesini fuori dalla città.

Prima tappa è Zaanse Schans, un villaggio a pochi chilometri da Amsterdam, dove mulini a vento e botteghe, ponticelli e abitazioni tradizionali si dispongono ordinatamente lungo il fiume Zaan, riportando indietro nel tempo.

[Consiglio: raggiungere Zaanse Schans da Amsterdam
Zaanse Schans dista solo pochi chilometri da Amsterdam, ed è facilmente raggiungibile: basta prendere il treno in direzione Koog-Zaandijk, dalla Stazione Centrale di Amsterdam.]

Sul grigio incombente di un cielo saturo di pioggia, si stagliano gli sconfinati prati verde smeraldo, e le pale dei mulini girano lente e immense.
In questo paesaggio fuori dal tempo sembra di vivere tra le pennellate di un quadro impressionista.

Una dimostrazione e qualche assaggio nella bottega del formaggio, una cioccolata calda nella fabbrica del cioccolato, una visita alla casetta del fabbro con gli zoccoli in legno, ed ecco che il sole torna a splendere, tra le nuvole nere.

[Consiglio: ingresso a Zaanse Schans e visita a mulini e botteghe
L’ingresso a Zaanse Schans è gratuito – ma il parcheggio riservato costa 10 euro –, mentre la visita ad alcuni mulini e musei e a diverse botteghe richiede l’acquisto di un biglietto apposito.]

In mezz’ora di auto, raggiungiamo Volendam, un vivace paesino sul mare, che ricorda le mete turistiche di vacanza, con il suo porticciolo e i suoi negozi.
Tra i numerosi locali del lungomare, l’entusiasmo di giovani olandesi che cantano e ballano nei bar e nei pub ci travolge inaspettatamente.

Terza e ultima tappa di questa giornata di Pasqua in Olanda è Edam, la cittadina del formaggio omonimo, situata a circa 20 km da Amsterdam.

Arriviamo in questo borgo delle favole all’ora del tramonto e, tra i canali dove le barche si lasciano cullare dolcemente e i ponticelli romatici, i vialetti ombreggiati e le case dalla silhouette inconfondibile, l’atmosfera di pace rilassa a ogni passo. Impossibile non concedersi una pausa, sulle panchine di fronte al canale che riflette il profilo delle abitazioni tipiche, dietro le quali il sole scivola lentamente.


Una passeggiata lungo il viale alberato, ed ecco Grote Kerk spalancarsi in tutta la sua maestosità. La Chiesa Grande, dedicata a San Nicola, è un’immensa struttura tardogotica dall’allure affascinante, che riporta alla mente la scuola di magia di Harry Potter.

–> Prosegui al GIORNO 3 – Keukenhof

"Primavera in Olanda tra mulini e tulipani" table of contents

  1. Primavera in Olanda tra mulini e tulipani
  2. GIORNO 2 - Zaanse Schans, Volendam, Edam
  3. GIORNO 3 - Keukenhof
  4. GIORNO 4 - Waterland e Amsterdam

0 comments on “Primavera in Olanda tra mulini e tulipaniAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *